La traduzione di un sito web ‘a mano’: la mia strada alternativa

Una traduzione fatta ‘a mano’ è frutto di una persona, di dizionari – cartacei e/o in rete – e glossari. Nulla da obiettare a chi usa strumenti di traduzione assistita, le cosiddette memorie di traduzione o CAT tools, ma la mia filosofia di lavoro è un’altra. E la considero alternativa proprio perché si basa su tempi di realizzazione, obiettivi e strumenti diversi da quelli del mercato della traduzione tecnico/specialistica in cui rientra quella di siti web. Resta comunque il fatto che questo genere di testi unisce scrittura tecnica a quella creativa e i messaggi sono trasmessi attraverso una serie complessa e articolata di segni e simboli.

 

COSA VUOL DIRE FARE LA TRADUZIONE DI UN SITO WEB

È bene prendere consapevolezza del fatto che quando si fa la traduzione di un sito web non si traducono soltanto le parole, o per lo meno, non è solo a quelle che un traduttore presta attenzione. Le immagini, i colori e i suoni, sono tutti elementi che collaborano a costruire non solo un messaggio ma anche un’immagine ben precisa, che deve essere capita e apprezzata anche nel mercato/lingua di arrivo.

Al pari del linguaggio pubblicitario, molti testi web sono ricchi di figure retoriche, di messaggi allusivi, divertenti e accattivanti al punto giusto da catturare la brevissima attenzione degli utenti. Quando lavoro, la parola d’ordine è non perdere nessuno di questi effetti. La traduzione diventa così una sorta di adattamento – perché riscrittura lo è sempre –, ma nella rete le dominanti con cui facciamo scelte traduttive si muovo su molti piani.

 

ATTENZIONE ALLA COMUNICAZIONE ‘NON LINGUISTICA’ DEL WEB

La stragrande maggioranza dei siti nasce per vendere o promuovere qualcosa; ce ne sono molti però che informano, altri sensibilizzano, alcuni intrattengono. E spesso succede che per fare in modo che un pubblico straniero venga raggiunto in maniera efficace per tali scopi, sia necessario rielaborare tutto l’apparato linguistico e simbolico del sito web. La grafica è perciò un elemento che tengo sempre in primo piano. Il tono del testo va adeguato allo stile scelto dal web designer e gli ingombri dei contenuti devono essere rispettati, ricercando una piena concordanza tra parole, suoni e simboli. Nella traduzione di un sito web cerco di perdere il meno possibile non solo a livello linguistico, ma anche nella coerenza con l’immagine complessiva del sito.

 

L’OTTIMIZZAZIONE PASSA ANCHE DA UNA TRADUZIONE ‘CREATIVA’

Considerando che la traduzione di un sito web verso una o più lingue è forse il punto zero per una campagna di web marketing, uno degli obiettivi da raggiungere è quello di garantire un buon posizionamento nei principali motori di ricerca della versione tradotta del sito. Spunta così una parola che ormai va a braccetto con il mondo web: SEO. La search engine optimization [ottimizzazione per i motori di ricerca] si avvale moltissimo dell’aspetto linguistico, sia nei meta-tag, vale a dire quei termini non visibili ma presenti nel codice con cui è creato il sito, sia e soprattutto nei contenuti.

Parte da qui la strada che ho scelto di percorrere per fare traduzione web. Mi sono chiesta quale fosse la strategia che mi si addiceva di più per garantire nelle mie traduzioni quel livello di creatività e di originalità richiesto dagli algoritmi più innovativi dei motori di ricerca – che ormai lavorano sia a livello di parole che di frasi intere. Così ho scelto di tradurre ‘manualmente’. È un approccio che mi permette di vivere ogni traduzione come esperienza ‘creativa’: la fusione di un buon livello di traduzione con una dose altrettanto importante di creative web writing [scrittura creativa per il web].

 

Martina TabaniMartina Tabani

Ciao, sono una traduttrice freelance madrelingua italiana (letteratura/teatro/gastronomia/turismo/web) e traduco libri, testi e siti web dall'inglese.

Sono anche una web writer. Sono esperta di scrittura di contenuti web, articoli, blogging, correzione di bozze e web-proofing, ma devo confessare che preferisco lavorare in italiano perché è la mia lingua madre!

Ho iniziato la carriera da freelance a gennaio 2013 e ho deciso di unire le mie abilità di traduttrice con quelle di scrittrice per il web, perché sono capace di mettere le parole giuste nel posto migliore!

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Alcuni clienti...

  • braincode
  • x-brain
  • andreafranzoso
  • DELOS BOOKS
  • geco